La villa di Massenzio, un luogo magico

Sull’antichissima via Appia, meraviglioso tragitto che ancora oggi dopo tanti secoli puoi percorrere, al III miglio puoi scoprire uno splendido complesso residenziale romano: La villa di Massenzio, una delle aree archeologiche più belle della campagna romana.

E’ un luogo davvero bello, poco frequentato e poco pubblicizzato, sicuramente  più silenzioso, rilassante e godibile del Circo Massimo.

Un posto grandissimo, formato da tre monumenti;

  • il palazzo
  • il circo
  • il mausoleo dinastico, noto anche come “Tomba di Romolo”, dal nome del giovane figlio dell’imperatore che forse qui fu sepolto.

Ma chi era Massenzio?

Marco Aurelio Valerio Massenzio si è autoproclamato imperatore (cosa non inusuale per quei tempi), governò sia l’Italia che l’africa tra il 306 ed il 312, fu lo sfortunato rivale di Costantino nella battaglia di Ponte Milvio, da questa sconfitta nacque il cristianesimo di stato.

In questa bellissima villa che precedentemente era stata adattata da Erode Attico, con Massenzio ebbe una radicale trasformazione, perchè intorno all’anno 310 la modificò in residenza imperiale, costruendo ed implementandola con sfarzosi ambienti, aggiungendo uno dei luoghi preferiti dai romani dell’epoca; il circo. 

Il circo

A dirla tutta propria questa struttura è l’esempio meglio conservato dell’epoca romana, è un circo per la corsa del cavalli (lungo ben 513 metri e largo 91) ed è quasi completamente preservato come era tanti secoli fa.

Tanti dettagli si possono ancora osservare, si vedono le grandi vasche che permettevano agli equipaggi di rinfrescarsi. La porta est è ancora intatta ed anche le due strutture a torre dall’altro lato, che consentivano l’ingresso dei contendenti e dei cavalli, sono ancora in buono stato.

il palazzo

Con l’avvento imperiale di Massenzio, questa villa di epoca romana venne rimaneggiata e portata a nuova vita.

Il palazzo nella sua ricchezza rispecchia la sacralità stessa dell’imperatore, venne costruito su una collinetta dalla quale si potevano vedere bene gli avvenimenti all’interno del circo, purtroppo ora è la struttura peggio conservata.

Il mausoleo

Questo prende il nome dal figlio di Massenzio che morì nel 309, un bambino di 7 anni che vide trasformare la sua dipartita in qualcosa di eterno con l’edificazione di questo sepolcro.

Il mausoleo è stato costruito con l’intento di rappresentare con fasto il defunto, il bambino diventato “divo” dopo la morte.

Info per la visita

 Ingresso gratuito, ma chiusura alle ore 16:00  (non occorre prenotazione)

Via Appia Antica, 153

Email: info@villadimassenzio.it

Sito web: www.villadimassenzio.it

(info) Telefono: 0039 060608 tutti i giorni 9.00-19.00

Federica Giancristofaro

Federica Giancristofaro

Romana, perdutamente innamorata della sua città e della storia in generale.
Scrivo per passione e sono alla continua ricerca di storie da raccontare.
Federica Giancristofaro

Federica Giancristofaro

Romana, perdutamente innamorata della sua città e della storia in generale. Scrivo per passione e sono alla continua ricerca di storie da raccontare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Gentile Utente, ti avvisiamo che il nostro sito utilizza, oltre a cookie tecnici, anche cookie di profilazione propri e di terze parti. Ti preghiamo di leggere attentamente la nostra informativa estesa, ove ti forniamo indicazioni sull’uso dei cookie e ti viene data la possibilità di negare il consenso alla loro installazione ovvero di scegliere quali specifici cookie autorizzare. Per maggiori informazioni consulta la nostra informativa estesa sui cookie.