Pioggia di petali al Pantheon Roma il 20 maggio

Immaginatevi di entrare in una chiesa, in questo caso quella dedicata a Santa Maria ad Martyres (o Santa Maria della Rotonda), un edificio del II secolo d.C., che è allo stesso tempo uno dei monumenti più noti e caratteristici della Roma antica, ovvero il Pantheon (The Pantheon per gli anglosassoni), alzare lo sguardo e venire sommersi da petali di rose rosse. Fantasia? Set cinematografico? No, la realtà di un evento che quest’anno cadrà il 20 maggio, che unisce storia sacra cristiana e pagana.

Visita Pantheon Roma

Pantheon Roma quando piove

Una delle leggende, ma anche delle caratteristiche architettoniche, più interessanti e famose di questo edificio riguarda l’apertura circolare del soffitto (di circa 9m). Di quest’apertura si parla in merito al fenomeno del Pantheon pioggia, ovvero il fatto, secondo le leggende antiche, che l’acqua piovana non riuscisse ad entrare nell’edificio sia per la sua conformazione sia per l’alto numero dei fumi e del calore emesso dalle candele accese all’interno.

Pantheon Roma quando piove

Non ci sono testimonianze certe su questo fenomeno, ma in merito alla pioggia c’è di certo che il pavimento del Pantheon è stato progettato e realizzato con 22 fori, in modo da far defluire l’acqua piovana senza creare problemi alla superficie e ai fedeli che ne percorrono gli spazi.

L’apertura sul Pantheon rimane straordinaria per i giochi di luce che crea durante il corso della giornata, tanto che durante i Natali di Roma (il 21 aprile) un raggio di sole, passando dal foro della cupola, illumina l’ingresso creando un’atmosfera unica ed emozionante.

La pioggia di petali

Pantheon Roma: la pioggia di petali

La tradizione della pioggia di petali, che quest’anno verrà eseguita il 20 maggio 2018, non ha nulla di magico, ma rimane una cerimonia, una tradizione e una rievocazione surreale e magica che ogni turista che viene a visitare Roma deve provare. Verso le ore 12:00 di Domenica, i Vigili del Fuoco della città di Roma faranno cadere 12 sacchi di petali di rose, incantando i presenti e recuperando un’antica tradizione che è stata ripristinata nella città eterna solamente nel 1995.

Questo contenuto è bloccato. Accetta i cookie per visualizzare il contenuto.

 

Ma di cosa si tratta? Questa cerimonia unisce, come detto, l’intima vena sacra della città Eterna, una vena dove scorre sangue della Roma cristiana, ma che per lungo tempo ha visto i riti, le funzioni, le tradizioni e le devozioni della Roma pagana. Anticamente a Roma si festeggiava la fine del raccolto, poi con l’avvento del Cristianesimo tale cerimonia venne convertita a simboleggiare la discesa dello Spirito Santo sugli Apostoli radunati, insieme alla Madonna, nel Cenacolo dopo la morte e la resurrezione di Gesù Cristo. Questo evento, infatti, si celebra nel giorno in cui i cristiani celebrano la Pentecoste, ovvero la discesa dello Spirito Santo (raffigurato spesso come delle lingue di fuoco). Inoltre i petali di rose rosse rappresentano, da una parte, il sangue che Gesù ha versato sulla croce per la redenzione degli uomini, ma dall’altra anche il sangue che quegli stessi uomini hanno versato per mantenere fede al loro Signore e Maestro, tanto che il Pantheon è diventato nel VII secolo una chiesa a tutti gli effetti (dopo essere stato il ‘tempio di tutti gli dei’) intitolata proprio a Santa Maria ad Martyres.

È un evento molto suggestivo, caratteristico e affascinante, adatto anche per i più piccoli, per una tappa di quella Roma dei bambini attraente, divertente e coinvolgente anche per loro.

Per maggiori informazioni sull’evento si può consultare la pagina Facebook o chiamare il numero +39 06 68300230.

Orari Pantheon Roma

Per poter assistere alla pioggia di petali al Roma Pantheon si consiglia di recarsi prima dell’inizio della Santa Messa delle 10:30, in quanto poi verrà chiuso l’accesso per non superare il numero massimo di presenti sostenibili dalla struttura anche per ragioni di ordine pubblico e di sicurezza.

Gli orari per visitare il Rome Pantheon sono dal Lunedì al Sabato dalle ore 8.30 alle 19.30 e la Domenica dalle ore 9.00 alle 18.00. Durante i giorni di festa infrasettimanali il Pantheon rimane aperto dalle ore 09:00 alle ore 13:00 con una chiusura totale nei giorni di festa del 25 dicembre, 1 gennaio e 1 maggio. Si ricorda che l’ultimo ingresso è consentito fino a 15 minuti prima dell’orario di chiusura.

Per coloro che volessero assistere alle Messe qui celebrate gli orari sono:

  • Sabato e prefestivi: ore 17.00
  • Festivi: ore 10.30

Pantheon Roma: petali di rosa

Roma città di rose rosse e bianche

L’evento della Pioggia di petali al Pantheon ci riporta con la memoria ad un’altra tradizione romana che vede come protagonisti i petali di rose, in questo caso bianchi e non rossi. I petali di rose bianche venivano fatti cadere all’interno di Santa Maria Maggiore il 5 di agosto per ricordare quando, grazie ad una nevicata improvvisa e miracolosa, la Madonna indicò dove voleva che si costruisse una chiesa a lei dedicata.

Daniele Di Geronimo

Sono nato nel maggio del 1986 in provincia di Roma. Laureato in Lettere, amante della lettura, della scrittura e di tutto ciò che la lettura e la scrittura possono significare nel mondo del web. Sono attivo sui maggiori social network.

Daniele Di Geronimo

Sono nato nel maggio del 1986 in provincia di Roma. Laureato in Lettere, amante della lettura, della scrittura e di tutto ciò che la lettura e la scrittura possono significare nel mondo del web. Sono attivo sui maggiori social network.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Gentile Utente, ti avvisiamo che il nostro sito utilizza, oltre a cookie tecnici, anche cookie di profilazione propri e di terze parti. Ti preghiamo di leggere attentamente la nostra informativa estesa, ove ti forniamo indicazioni sull’uso dei cookie e ti viene data la possibilità di negare il consenso alla loro installazione ovvero di scegliere quali specifici cookie autorizzare. Per maggiori informazioni consulta la nostra informativa estesa sui cookie.