I cimiteri di Roma: devozione religiosa e memoria storica

Nel cosiddetto “mese dei morti”, ovvero novembre che inizia con la festività cattolica della Commemorazione dei fedeli defunti (il 2 di questo mese), è utile conoscere più da vicino la realtà dei cimiteri di Roma che in molti casi rappresentano, oltre al tradizionale luogo di sepoltura, anche dei veri e propri monumenti di importanza storica.

Per avere tutte le info in materia, anche su chi ha diritto alla sepoltura dei cimiteri di Roma, è possibile consultare l’apposito sito dei cimiteri capitolini. Qui sono elencate anche gli 11 cimiteri presenti a Roma, divisi nei tre maggiori e negli otto minori. I tre cimiteri maggiori di Roma sono:

  • Cimitero Monumentale del Verano;
  • Cimitero Flaminio – Prima Porta;
  • Cimitero Laurentino.

Il più grande dei tre è il Cimitero Flaminio – Prima Porta che occupa una superficie di 140 ettari, seguito dal Cimitero del Verano (83 ettari) e poi il Cimitero Laurentino che si estende per 21 ettari. I cosiddetti cimiteri “minori”, invece, sono:

  • Cimitero di Ostia Antica;
  • Cimitero San Vittorino;
  • Cimitero Isola Farnese;
  • Cimitero Castel di Guido;
  • Cimitero Cesano;
  • Cimitero Maccarese;
  • Cimitero di Santa Maria di Galeria;
  • Cimitero Santa Maria del Carmine – Parrocchietta.

All’interno di ogni cimitero, se si è in possesso dei requisiti necessari, possono essere sepolte anche persone che in vita non hanno praticano alcun culto religioso. In alcune di queste strutture, inoltre, esistono delle aree destinate a chi ha professato altri culti o delle zone divise in base alla nazionalità. A tal proposito è doveroso ricordare come a Roma esistano anche il Cimitero Acattolico, il Cimitero francese e il Cimitero del Commonwealth, ed è destinato ai soldati caduti durante la seconda Guerra Mondiale.

I cimiteri maggiori di Roma

Come detto, oltre alla pratica di devozione religiosa, i cimiteri di Roma, soprattutto i tre maggiori, hanno un importante valore anche dal punto di vista storico.

Cimitero Monumentale del Verano

Il Cimitero del Verano, che è così chiamato per il nome della famiglia romana (i Verani) che possedevano questo campo, è il più antico di Roma. Vi era qui una necropoli romana e come lo conosciamo oggi fu edificato a inizio Ottocento per poi essere consacrato nel 1835. Questo cimitero è stato ampliato nel corso dei secoli ed è caratterizzato da un ingresso molto suggestivo, composto da quattro statue, raffiguranti il Silenzio, la Meditazione, la Carità e la Speranza. Nel 1943 subì gravi danni a seguito del bombardamento del quartiere di San Lorenzo. Oggi il Verano è considerato come un vero e proprio museo a cielo aperto perché conserva preziose opere d’arte ed è esso stesso una testimonianza storica.

Cimitero Flaminio – Prima Porta

Questo cimitero è il più grande d’Italia (e considerato come una perla di architettura cimiteriale) tanto da essere percorso da strade interne che si estendono per circa 37km. Il Cimitero di Prima Porta è suddiviso in base alle confessioni religiose e comprende anche il Giardino dei Ricordi, ovvero una collina di circa tre ettari destinata al rito della dispersione delle ceneri per coloro che scelgono la cremazione. Il Cimitero Flaminio è noto anche perché ospita le sepolture di personaggi noti come Enrico Berlinguer, Gino Cervi, la Sora Lella (Elena Fabrizi), Bombolo (Franco Lechner), Pietro Mennea, Domenico Modugno e Bice Valori.

Cimitero Laurentino

Dei cimiteri maggiori il Cimitero Laurentino è il più recente; è stato infatti consacrato nel 2002. Tra le caratteristiche di questo cimitero è la presenza della Cappella del Gesù Risorto (una struttura circolare di 220 metri quadri) e del Giardino degli Angeli. Qui sono simbolicamente sepolti i bambini abortiti ed è uno spazio che deroga la legge della territorialità, permettendo di accogliere tutti i bambini mai nati dei romani, a prescindere dal municipio di residenza.

 

Immagine in evidenza: thanks to lavoltache.com

Daniele Di Geronimo

Sono nato nel maggio del 1986 in provincia di Roma. Laureato in Lettere, amante della lettura, della scrittura e di tutto ciò che la lettura e la scrittura possono significare nel mondo del web. Sono attivo sui maggiori social network.

Daniele Di Geronimo

Sono nato nel maggio del 1986 in provincia di Roma. Laureato in Lettere, amante della lettura, della scrittura e di tutto ciò che la lettura e la scrittura possono significare nel mondo del web. Sono attivo sui maggiori social network.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Gentile Utente, ti avvisiamo che il nostro sito utilizza, oltre a cookie tecnici, anche cookie di profilazione propri e di terze parti. Ti preghiamo di leggere attentamente la nostra informativa estesa, ove ti forniamo indicazioni sull’uso dei cookie e ti viene data la possibilità di negare il consenso alla loro installazione ovvero di scegliere quali specifici cookie autorizzare. Per maggiori informazioni consulta la nostra informativa estesa sui cookie.