Una nave fa capolino dal punto più alto di Roma

La Roma che conoscono i più è caratterizzata da opere di fattura barocca o rinascimentale, ma negli anni post seconda guerra mondiale, la capitale d’Italia vide il boom economico, non solo in campo strettamente commerciale, ma anche sotto un punto di vista architettonico.

Molti architetti hanno fatto a gara per poter avere la possibilità di lasciare ai posteri la realizzazione di una loro idea.

Se per tanto tempo Roma è stata sostanzialmente barocca e piena di linee morbide e immediatamente riconoscibili, è  solo con l’avvento delle palazzine che la città è diventata più moderna.

Una costruzione molto singolare è situata nel quartiere Balduina.

Ma dove è il quartiere Balduina?

Una zona molto chic della Roma Nord è il benestante quartiere Balduina, situato sulla via Trionfale.

Una delle viste più belle della capitale è proprio quella che si può ammirare da uno dei luoghi più alti di Roma, Lo Zodiaco, meta di tutti gli innamorati della Città Eterna e anche di numerosi stranieri che si inerpicano sulla collina di Monte Mario per godere della vista meravigliosa da questa terrazza.

Proprio qui, l’architetto Luccichenti ebbe l’avventatezza e la goliardia di costruire una casa a forma di nave sì, proprio a forma di nave con tanto di timone all’ultimo piano.

Ma chi era Luccichenti?

Ugo Luccichenti, noto architetto del post guerra, ha realizzato non solo edifici residenziali, ha edificato anche il meraviglioso e lussuosissimo Hotel Cavalieri Hilton realizzato nei primi anni 60, che con i suoi 8 piani domina la città dalla collina di Monte Mario (che come ricordiamo è il monte più alto di Roma), simbolo del potere economico e politico su Roma della Società Generale Immobiliare.

Il palazzo, soprannominato Casa dell’Ammiraglio (precisamente in via Carlo Evangelisti) si erge proprio di fronte all’ingresso del Parco Mellini, alias Zodiaco, dove si trova un’altra singolare bellezza; l‘Osservatorio Astronomico di Monte Mario.

Questo stranissimo battello urbano si staglia in tutta la sua particolarità alla fine della rampa che dal quartiere Prati sale fino a lì.

La balconata anteriore del complesso vede un timone che a dirla tutta ti fa immaginare che di lì a breve esca un vecchio lupo di mare per far salpare tra le nuvole la sua bizzarra nave, fatta di balconi, piani e finestre.

Dove sono le altre palazzine?

Il percorso romano di Ugo Luccichenti non si è fermato alla Balduina, ma anche in altre palazzine molto peculiari.

Se ti va di fare una passeggiata anche in via Panama nel famoso quartiere Parioli, al civico 102 puoi ammirare un edificio con uno strano gioco di volumi nei piani e gustare la scelta accurata dei materiali pregiati e di finissima fattura.

Una particolarità dell’architetto erano la grandi vetrate, e di queste se ne possono ammirare in grande quantità nel palazzo di via G.B. de Rossi e ammirare la simmetria perfetta della costruzione.

Altro impatto paesaggistico si può trovare anche nelle palazzine di via Lisbona o di via Archimede, con terrazzi costruiti a sbalzo per creare un movimento incredibilmente fluido.

Insomma non solo Roma offre nei suoi monumenti un momento di stupore, ma lo stesso stupore si può trovare anche in edifici molto più moderni e costruiti proprio per meravigliare i passanti.

Federica Giancristofaro

Federica Giancristofaro

Romana, perdutamente innamorata della sua città e della storia in generale.
Scrivo per passione e sono alla continua ricerca di storie da raccontare.
Federica Giancristofaro

Federica Giancristofaro

Romana, perdutamente innamorata della sua città e della storia in generale. Scrivo per passione e sono alla continua ricerca di storie da raccontare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Gentile Utente, ti avvisiamo che il nostro sito utilizza, oltre a cookie tecnici, anche cookie di profilazione propri e di terze parti. Ti preghiamo di leggere attentamente la nostra informativa estesa, ove ti forniamo indicazioni sull’uso dei cookie e ti viene data la possibilità di negare il consenso alla loro installazione ovvero di scegliere quali specifici cookie autorizzare. Per maggiori informazioni consulta la nostra informativa estesa sui cookie.