I sette re di Roma: storia e curiosità

Tutti sanno che erano sette, ma si fa un po’ più di fatica se si dovesse dirli tutti, magari anche in ordine cronologico. Chi fu, ad esempio, il primo successore di Romolo, il primo dei sette re di Roma? E chi fu l’ultimo di questa successione monastica che, tra gli storici, prende il nome di età regia di Roma?

Tra storia e leggenda

Già la fondazione della città di Roma è frutto di leggende e ricostruzioni, molto spesso più mitiche che appurabili dal punto di vista storico (vista la limitata quantità di prove a disposizione). Anche per quel che riguarda i nomi, le date e gli eventi di molti dei sette re di Roma ci sono diverse lacune colmate dalla leggenda e dalla tradizione che ha codificato i primi governatori della città eterna in:

  • Romolo
  • Numa Pompilio;
  • Tullo Ostilio;
  • Anco Marzio;
  • Tarquinio Prisco;
  • Servio Tullio;
  • Tarquinio il Superbo.

Il periodo dell’età regia di Roma viene tradizionalmente fatto iniziare nel 753 a.C., data della fondazione della città di Roma, fino al 509 a.C., quando fu detronizzato l’ultimo re, ovvero Tarquinio il Superbo.

La storia e le curiosità

Romolo è sicuramente il più noto re di Roma, in quanto la leggenda narra che sia stato lui a costruire la città di Roma, vincendo la sfida con il fratello Remo su chi dei due fosse riuscito a contare il numero maggiore di avvoltoi. La vittoria fu di Romolo che riconobbe in questo successo la volontà divina di volere lui come primo capo della futura città. Come luogo Romolo scelse il colle Palatino e lì venne edificata Roma.

Il secondo re di Roma fu Numa Pompilio. A lui si deve, stando sempre a quanto riferito dalle tradizioni, l’organizzazione religiosa della città. Oltre a istituire un calendario, Numa Pompilio costituì i collegi sacerdotali della città.

Dopo di lui si ricorda Tullio Ostilio, noto alla storiografia per la vittoria della battaglia tra Orazi e Curiazi. Tullio Ostilio conquistò la città di Albalonga, la più grande di quelle limitrofe a Roma, e fu colui che diede per la prima volta un primato militare a Roma rispetto alle popolazioni vicine.

Successivamente si ebbe Anco Marcio, che proseguì l’espansione territoriale avviata da Tullio Ostilio. Oltre alla fondazione di Ostia, Anco Marcio è noto per aver avviato e promosso diverse opere pubbliche tra cui ponti e prigioni.

Il quinto re di Roma fu Tarquinio Prisco al quale si deve la costruzione del Circo Massimo, della parte più antica del Foro Romano e, ancora, della costruzione del Tempio di Giove Capitolino, che era il protettore della città di Roma.

Quindi venne nominato re Servio Tullio, che si prodigò per la costruzione di una nuova cinta muraria (tanto che queste mura sono note proprio con il nome di Mura Serviane). Questo nuovo confine includeva i noti sette colli della città.

L’ultimo re di Roma che la storia antica ricorda è Tarquinio il Superbo che, come dice chiaramente anche il nome, operò nel tentativo di instaurare una tirannia. La popolazione di Roma si rivoltò e Tarquinio il Superbo fu spodestato e si decise di interrompere la tradizione monarchica per dare il via alla repubblica.

Daniele Di Geronimo

Sono nato nel maggio del 1986 in provincia di Roma. Laureato in Lettere, amante della lettura, della scrittura e di tutto ciò che la lettura e la scrittura possono significare nel mondo del web. Sono attivo sui maggiori social network.

Daniele Di Geronimo

Sono nato nel maggio del 1986 in provincia di Roma. Laureato in Lettere, amante della lettura, della scrittura e di tutto ciò che la lettura e la scrittura possono significare nel mondo del web. Sono attivo sui maggiori social network.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Gentile Utente, ti avvisiamo che il nostro sito utilizza, oltre a cookie tecnici, anche cookie di profilazione propri e di terze parti. Ti preghiamo di leggere attentamente la nostra informativa estesa, ove ti forniamo indicazioni sull’uso dei cookie e ti viene data la possibilità di negare il consenso alla loro installazione ovvero di scegliere quali specifici cookie autorizzare. Per maggiori informazioni consulta la nostra informativa estesa sui cookie.

Questo contenuto è bloccato. Accetta i cookie per visualizzare il contenuto.