La stanza di Mantegna a Palazzo Barberini

Iniziata a settembre 2018 e in programma fino a fine gennaio 2019 (esattamente fino al 27) c’è la mostra La stanza di Mantegna. Capolavori dal Museo Jacquamart-Andrè di Parigi, in corso presso Palazzo Barberini di Roma. Il curatore Michele di Monte ha avuto il merito e il privilegio di realizzare questa mostra potendo contare sulla collaborazione con il Muso Jacquemart André di Parigi. Da Parigi sono arrivate una ristretta selezione di opere d’arte tra cui due opere di Mantegna, disponibili da ammirare insieme ad altre opere importantissime sia per la storia dell’arte che per quella del collezionismo.

La mostra

Le due opere di Andrea Mantegna, l’Ecce Homo e la Madonna con il Bambino tra i santi Gerolamo e Ludovico di Tolosa, sono i fiori all’occhiello e il fulcro della mostra La stanza di Mantegna. Accanto ad esse trovano spazio altre opere di Giovanni Battista Cima da Conegliano, Giorgio Schiavone e Andrea Briosco.

Andrea Mantegna

Di Mantegna il letterato e notaio Ulisse degli Aleotti disse “Scolpì in pittura”. Le caratteristiche principali dell’opera di Mantegna sono quelle delle figure dalla forma monumentale, l’apprezzamento dei disegni ben delineati e la capacità di realizzare un’impaginazione spaziale perfetta. Il celebre storico dell’arte (nonché sindaco di Roma dal 1976 al 1979) Giulio Carlo Argan ha definito l’opera di Mantegna come un ottimo esempio del classicismo archeologico.

L’opera Ecce Homo (del 1500 circa) è una delle migliori sintesi dell’arte di inizio Cinquecento, dove la spinta alla realizzazione di opere a sfondo devozionale si coniuga con quelle della ricerca di una costruzione scientifica di quelle che sono le forme dello spazio e del corpo. L’Ecce Homo di Mantegna, un’opera in tempera e olio su tavola, è inoltre perfettamente conservata tanto da essere un documento storico importantissimo per testimoniare la tecnica di disegno e di pittura che Mantegna ha perseguito nella realizzazione di quest’opera d’arte.

La Madonna tra i santi Gerolamo e Ludovico di Tolosa (una tempera su tavola), invece, è un’opera più giovanile di Mantegna (siamo nel 1455) ed è di grande importanza perché permette anche di apprezzare la crescita dell’artista e la sua interpretazione della figura della Madonna, che occupa un ruolo primario nelle sue realizzazioni.

I biglietti

Per acquistare i biglietti della mostra La stanza di Mantegna. Capolavori dal Museo Jacquamart-Andrè di Parigi bisogna recarsi presso la biglietteria di Palazzo Barberini che chiude ogni giorno alle ore 18.00. il costo dei biglietti è di:

  • 12€ – Biglietto intero;
  • 6€ – Biglietto ridotto;
  • Gratis – Biglietto per chi ha meno di 18 anni, gruppi scolastici o docenti e studenti dell’Accademia i Belle arti e delle facoltà di Architettura, Lettere (indirizzo storico-artistico o archeologico), Conservazione dei Beni Culturali e Scienze della Formazione.

Il biglietto, dopo essere stato timbrato, ha una durata di 10 giorni sia per l’accesso a Palazzo Barberini che all’altra sede della Galleria Corsini.

Informazioni utili

La mostra La stanza di Mantegna. Capolavori dal Museo Jacquamart-Andrè di Parigi è in programma fino al 27 gennaio presso Palazzo Barberini (Via delle Quattro Fontane, 13). Per maggiori informazioni e approfondimenti sulle ragioni e gli aspetti interessanti della mostra si possono trovare sulla pagina dedicata sul sito ufficiale di Palazzo Barberini. La mostra è aperta al pubblico fino al 27 gennaio 2019 tutti i giorni dal martedì alla domenica dalle 08:30 alle 19:00.

 

Immagine in evidenza: thanks to arte.firstonline.info

Daniele Di Geronimo

Sono nato nel maggio del 1986 in provincia di Roma. Laureato in Lettere, amante della lettura, della scrittura e di tutto ciò che la lettura e la scrittura possono significare nel mondo del web. Sono attivo sui maggiori social network.

Daniele Di Geronimo

Sono nato nel maggio del 1986 in provincia di Roma. Laureato in Lettere, amante della lettura, della scrittura e di tutto ciò che la lettura e la scrittura possono significare nel mondo del web. Sono attivo sui maggiori social network.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Gentile Utente, ti avvisiamo che il nostro sito utilizza, oltre a cookie tecnici, anche cookie di profilazione propri e di terze parti. Ti preghiamo di leggere attentamente la nostra informativa estesa, ove ti forniamo indicazioni sull’uso dei cookie e ti viene data la possibilità di negare il consenso alla loro installazione ovvero di scegliere quali specifici cookie autorizzare. Per maggiori informazioni consulta la nostra informativa estesa sui cookie.