in

Pomodori con il riso: l’estate romana in tavola

Pomodori con il riso

Cosa mangiare d’estate? A Roma, sia che si resti in città che si trascorra qualche ora o giorno al mare, non si hanno dubbi: i pomodori con il riso. Parliamo di una ricetta davvero molto particolare, sotto diversi punti di vista. Sia per le origini, che come vedremo sono molto discusse, che per la preparazione. I pomodori con il riso, sebbene spesso consumati anche freddi (e anche per questo ottimi da portare in spiaggia o durante un pic-nic), vanno cotti al forno e spesso sono accompagnati con le patate; una preparazione di per sé poco estiva, ma che per una serie di circostanze e per la sua straordinaria bontà (e semplicità di preparazione) si è talmente diffusa da divenire un piatto tipico della cucina romana.

La storia dei pomodori con il riso

Come abbiamo accennato non c’è unanimità nell’individuare le origini di questo piatto. Come spesso avviene nella storia culinaria di qualsiasi popolazione e nazione, anche per i pomodori con il riso le informazioni sono diverse, a tratti discordanti, e spesso più culture hanno sviluppato la medesima (o simile) ricetta. Una ricetta, questa, che in alcuni casi risponde a precise esigenze alimentari, in altri alla grande accessibilità degli ingredienti con cui si prepara.

Per alcuni aspetti i pomodori con il riso possono richiamare il Gemistà greco (i pomodori o i peperoni ripieni di riso e spezie), per altri le origini di questo piatto vanno circoscritte alla provincia di Roma, specialmente la zona di Rieti. C’è poi anche la tradizione che vuole i pomodori con il riso come un piatto nato dalle esigenze alimentari della comunità ebraica romana. Durante il periodo della Pasqua ebraica (la Pesach), infatti, gli ebrei non mangiano cibi lievitati e sono consentiti solo alimenti con pane azzimo e riso.

Il successo dei pomodori con il riso: semplicità, familiarità e bontà

Ma perché i romani (e poi a macchia d’olio anche in molte altre parti d’Italia) i pomodori con il riso, serviti con le patate al forno, sono così graditi e così apprezzati d’estate? Sono diversi gli elementi che possono permettere di comprendere il successo estivo di questa ricetta, anche e soprattutto di fronte al paradosso di dover accendere il forno per cucinarli. Il primo elemento è indubbiamente la bontà.

I pomodori con il riso sono così diffusi “semplicemente” perché piacciono e anche tanto. inoltre è un piatto unico; con una sola portata si uniscono insieme un primo piatto come può essere il riso e un nutriente e sfizioso contorno come i pomodori e le patate. A questo aggiungiamo l’amalgama che gli ingredienti assumono, tra le spezie e il sughetto che i pomodori rilasciano sulle patate, per un sapore davvero intrigante. Infine, ma non meno significativo, il fatto che una volta cotti i pomodori con il riso si mantengono a lungo e possono essere consumati anche tiepidi o freddi, senza perdere la loro tipica bontà.

La ricetta dei pomodori con il riso

Come tutte (o quasi) le ricette anche quella dei pomodori con il riso conosce numerose rivisitazioni e versioni. La ricetta tradizionale è quella che rievoca la familiarità delle case delle nonne, dei profumi tipici di quegli ambienti e dell’armonia e della tenerezza che lì si respira. Per preparare i pomodori con il riso per quattro persone bisogna considerare i seguenti ingredienti:

  • 8 pomodori grandi;
  • 330g di riso (preferibilmente Arborio);
  • 3 patate grandi;
  • 3 spicchi d’aglio;
  • Origano;
  • Basilico;
  • Sale;
  • Olio extravergine d’oliva.

Per la preparazione bisogna considerare mediamente un’ora e mezza, tra i venti minuti della preparazione vera e propria, il tempo di riposo del riposo e i tre quarti d’ora per la cottura. La prima cosa da fare è lavare i pomodori e privarli della parte superiore (la calotta) e svuotarli all’interno, operando con estrema delicatezza e conservando a parte la polpa. Una volta svuotati tutti i pomodori bisogna frullare tutta la polpa. In un recipiente unire alla polpa anche l’olio, l’aglio, il sale, il prezzemolo, l’origano e il basilico.

A questo punto versare all’interno del recipiente il riso crudo (per almeno mezz’ora) per farlo insaporire. Trascorso questo tempo riempire ogni pomodoro del riso e richiuderli con le calottine precedentemente tagliate.

Preparare una teglia da forno, disporvi sopra i pomodori, le patate tagliate a spicchi e condire di sale, olio e origano. Infornare il tutto a 180° per circa quaranta minuti e aspettare che la cottura sia ultimata, prestando attenzione al fatto che il sughetto (uno dei segreti dei pomodori con il riso) non si asciughi eccessivamente.

 

Immagine in evidenza: thanks to cadoro.it

Written by Daniele Di Geronimo

Sono nato nel maggio del 1986 in provincia di Roma. Laureato in Lettere, amante della lettura, della scrittura e di tutto ciò che la lettura e la scrittura possono significare nel mondo del web. Sono attivo sui maggiori social network.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *