in

Bonus edilizia: come ristrutturare risparmiando

Bonus edilizia

La casa è per tutti un bene di primaria importanza. Anche se in essa si trascorre poco tempo, questo è tra quelli più preziosi e importanti da tutelare. In questo senso il bonus edilizia rappresenta un modo per prendersi cura della propria casa potendo risparmiare sui costi solitamente necessari. Approfondiamo quindi il discorso, data la sua importanza, scoprendo cos’è il bonus edilizia, in cosa consiste, perché richiederlo e quali sono i requisiti per ottenerlo.

Cos’è il bonus edilizia

Fare dei lavori di ristrutturazione della propria casa è sicuramente un impegno economico non indifferente. Spesso si tratta, infatti, di rispondere a problemi e fenomeni accumulati negli anni. Il bonus edilizia consiste in una serie di agevolazioni fiscali che lo Stato mette a disposizione per coloro che sostengono delle spese per i lavori di ammodernamento e miglioramento della propria abitazione. Le ristrutturazioni a Roma rappresentano in molti casi un’enorme opportunità. Grazie a questo tipo di agevolazione, infatti, è possibile migliorare la qualità della propria abitazione, ridurre gli sprechi e risparmiare sia nel breve che nel lungo periodo.

I vantaggi del bonus edilizia

Il bonus edilizia dà la possibilità di sostenere interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria per la propria casa, ottenendo una detrazione fiscale dall’Irpef. In questo modo si possono eseguire interventi di risanamento e ammodernamento ottenendo una detrazione del 50% dall’Irpef fino a un importo massimo di 96000€. La detrazione viene divisa in dieci quote annuali dello stesso importo.

I lavori eseguibili

Con il bonus edilizia, a titolo d’esempio, si possono eseguire lavori quali: sostituzione di infisse e serramenti, costruzione e rifacimento di scale, installazione di scale e ascensori, ammodernamento dei servizi igienici, realizzazione di interventi finalizzati all’ottenimento di una maggiore efficienza energetica. Con tutti questi lavori, per un importo massimo di spesa di 96000€, si portano in detrazione fiscale la metà delle spese sostenute. Due vantaggi in un colpo solo: miglioramento della propria abitazione a un costo minore rispetto al solito.

Come accedere alle detrazioni fiscali per ristrutturare casa

Possono richiedere il bonus edilizia per ottenere le detrazioni fiscali per la ristrutturazione della propria casa sia i proprietari che i locatari, i titolari di un diritto reale, i soci di cooperative, le società semplici, quelle in accomandita semplice, le società in nome collettivo e gli imprenditori individuali sugli edifici che non rientrano nei beni strumentali.

Per usufruire del bonus edilizia, tutti i pagamenti per i lavori di ristrutturazione devono essere eseguiti tramite metodi di pagamento tracciabili (bonifico bancario o bonifico postale). Inoltre nella causale del pagamento deve esse indicata la dicitura “Bonifico relativo a lavori edilizi che danno diritto alla detrazione prevista dall’articolo 16-bis del Dpr 917/1986”, il codice fiscale di chi richiede la detrazione e quello di chi riceve il pagamento. In sede di dichiarazione dei redditi bisogna quindi indicare l’importo della spesa che si è sostenuta e i dati catastali che identificano l’immobile sul quale si richiede l’agevolazione fiscale. Solo in questo modo si può ottenere il bonus edilizia. Inoltre per l’esecuzione di alcuni tipi di interventi (interventi sugli infissi, sulle strutture edilizie e sugli impianti tecnologici) è necessario trasmettere i dati dei lavori all’ENEA, attraverso l’apposito portale.

Scritto da Daniele Di Geronimo

Sono nato nel maggio del 1986 in provincia di Roma. Laureato in Lettere, amante della lettura, della scrittura e di tutto ciò che la lettura e la scrittura possono significare nel mondo del web. Sono attivo sui maggiori social network.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

0

Comments

0 comments