in

Nomina amministratore: il regolamento dei condomini di Roma

Nomina amministratore

Una delle caratteristiche della città di Roma, soprattutto in alcune zone periferiche (ma anche in alcuni quartieri centrali), è quella di essere costituita da palazzi nei quali trovano alloggio e residenza tantissime persone. Questo tipo di residenza è regolamentata dai condomini per i quali è necessario occuparsi della nomina dell’amministratore. Questa è una figura importantissima, sia per garantire il valore del proprio immobile (o di quello nel quale si è in affitto), sia per evitare problemi e tutelare i propri interessi. La nomina dell’amministratore di condominio, quindi, non è una mera formalità. Chi abita nei condomini sa quanti possano essere i problemi e le difficoltà e, oltre a essere obbligatorio per legge, avere un amministratore di condominio competente e professionale fa tutta la differenza del mondo.

Chi può ricevere la nomina di amministratore

A differenza di quanto avveniva in passato, non tutti possono ricevere la nomina di amministratore di condominio a Roma. Data anche l’importanza di questo ruolo, la legge prevede che questo incarico possa essere svolto solamente da persone qualificate. I requisiti  vanno dall’aver conseguito, almeno, il diploma di scuola superiore, essere in possesso dei propri diritti civili e politici e, ancora, di seguire corsi di specializzazione e aggiornamento in materia di gestione e amministrazione di un condominio. Se è vero che anche uno dei condomini può ricevere la nomina di amministratore, è altrettanto vero che deve essere una persona in possesso di questi requisiti minimi.

Come avviene la nomina dell’amministratore

La nomina di un amministratore è obbligatoria in tutte le realtà in cui ci sono almeno 8 condomini. L’organo che ha il dovere di nominare l’amministratore è l’assemblea dei condomini, ma se questa non provvede l’incarico può essere assegnato dall’autorità giudiziaria. Questa, però, interviene solamente se sollecitata dal precedente amministratore o da uno dei condomini.

Il quorum

Per la nomina del nuovo amministratore è quindi necessario convocare l’assemblea condominiale. Questa, per essere valida, deve prevedere la presenza di almeno due terzi dei condomini. Tale numero viene calcolato in base ai millesimi. Per la nomina effettiva del nuovo amministratore, è invece necessario che ci sia almeno la metà dei millesimi dei condomini. Se non si dovesse trovare un accordo dopo la prima convocazione, alla seconda i millesimi necessari per il raggiungimento del quorum diminuiscono. Sarà quindi necessario almeno un terzo dei millesimi perché l’assemblea sia considerata valida così come sia legittima la votazione.

Il mandato

Una volta nominato, bisogna conferire il mandato al nuovo amministratore. Per farlo bisogna rispettare quanto previsto dal regolamento di condominio. Se questo non prevede disposizioni particolari il mandato può essere conferito anche verbalmente e con la consegna dei documenti relativi alla gestione del condominio.

L’assicurazione

L’assemblea così come il regolamento condominiale, possono stabilire che la nomina dell’amministratore sia legata alla presentazione di una polizza assicurativa. Questa si rivela preziosa considerando l’importanza delle mansioni (e delle operazioni) che l’amministratore deve svolgere.

La durata dell’incarico

Dal momento della nomina dell’amministratore il suo incarico ha durata di un anno che, salvo espressa revoca dell’incarico, si rinnova per altri dodici mesi. Al termine del primo rinnovo si deve espressamente procedere con una nuova votazione. Questa può confermare l’amministratore uscente o decidere di effettuare una nuova nomina.

Scritto da Daniele Di Geronimo

Sono nato nel maggio del 1986 in provincia di Roma. Laureato in Lettere, amante della lettura, della scrittura e di tutto ciò che la lettura e la scrittura possono significare nel mondo del web. Sono attivo sui maggiori social network.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

0

Comments

0 comments