in

Borghi vicino Roma: i più belli da scoprire

Borghi vicino Roma

La bellezza di Roma è indiscutibile e incontestabile, ma c’è un tesoro molto spesso nascosto agli stessi romani di luoghi meravigliosi da visitare a pochi chilometri della città eterna. Parliamo dei borghi vicino Roma, tante piccole gemme incastonate nel territorio laziale e visitabili anche in un fine settimana, potendo raggiungerli facilmente e vivere l’armonia e la quiete di luoghi senza tempo.

Dove fare una gita vicino Roma?

I turisti che vengono a Roma sono spesso attratti anche da tutti quei borghi presenti vicino la capitale. I romani le chiamano scampagnate o gite fuori porta e si tratta di occasioni per staccare dal caos urbano e riscoprire la meravigliosa bellezza di luoghi nei quali il tempo sembra essersi fermato. I borghi vicino Roma, infatti, proprio per la loro distanza dalla città metropolitana e per il fatto di essere spesso abitati da pochissime anime, non hanno vissuto l’assalto dell’urbanizzazione e conservano intatta non solo la loro bellezza architettonica e paesaggistica, ma anche quel clima di serenità, quiete e pace molto spesso distante dalle nostre città.

Cosa visitare dopo Roma?

Abbiamo più volte raccontato la bellezza di Roma e invitato a visitarla, ricordando come si tratti di un tesoro sterminato che va anche oltre i classici monumenti da cartolina. Eppure una gita a Roma, per qualche giorno o per un periodo più lungo, è anche l’occasione per scoprire tutta la ricchezza dell’entroterra laziale composto da tutti quei siti e quei borghi vicino Roma che non vivono di luce riflessa, ma di luce propria e che, una volta visitati, si rimarrebbe per ore a contemplare.

Cosa vedere nei borghi del Lazio?

Sono tantissimi i borghi vicino Roma da visitare e ognuno di questi è un’esperienza irrinunciabile che va oltre la specifica bellezza di quel panorama, di quella piazza, di quei vicoli o di quella cittadina. La bellezza qui assume forme molto variegate e va dalla semplicità dei luoghi alla meraviglia di scoprire come molti aspetti della vita quotidiana sono ancora vissuti in maniera artigianale e umana, meno tecnica e digitale.

C’è poi tutta la bellezza gastronomica, di piatti e bevande tipiche, sia nelle ricette che nella selezione di ingredienti a Km 0, quelli delle campagne e le terre circostanti. Non si può tacere poi della bellezza dialettale, di come la lingua italiana e il dialetto romano assumano, di borgo in borgo, sfumature e flessioni diverse. Ma soprattutto c’è la bellezza di una vita genuina e passionale; una vita che è innanzitutto narrazione e che chi ha la fortuna di incontrare qualche residente merita la pena di farsi raccontare la storia e le curiosità dalla viva voce di chi le ha vissute o in alcuni casi costruite.

Qual è il borgo più bello del Lazio? 9 idee per il prossimo weekend

Abbiamo raccolto solo alcuni dei principali borghi vicino Roma che meritano di essere visitati. È una piccola rassegna di una bellezza evidentemente molto più ampia e questo vuole essere un invito, un antipasto, per suscitare l’interesse e andare a scoprire tutte le altre località, più o meno piccole, presenti nel territorio laziale.

  1. Civita di Bagnoregio;
  2. Castel Gandolfo;
  3. Gaeta;
  4. Nemi;
  5. Greccio;
  6. Sperlonga;
  7. Anzio;
  8. Subiaco;
  9. Calcata.

1-Civita di Bagnoregio

Civita di Bagnoregio

Tra i borghi più belli vicino Roma c’è la cosiddetta città che muore. Parliamo di Civita di Bagnoregio, a circa un’ora e mezza di distanza da Roma ed è una frazione dell’omonima Bagnoregio e ha solamente una decina di abitanti (per questo il nome di città che muore). L’accesso a Civita di Bagnoregio è su un suggestivo ponte pedonale e se si arriva qui di buon mattino si può assistere a uno spettacolare effetto causato dalla nebbia che sembra nascondere e isolare il borgo. Civita di Bagnoregio è un borgo fatto di viette e costruzioni per lo più disabitate, ma la visita vale sicuramente il viaggio.

2-Castel Gandolfo

Castel Gandolfo
Fonte: travelnostop.com

Andiamo ora nei Castelli Romani, a pochi chilometri (e minuti) da Roma troviamo Castel Gandolfo, nota anche e soprattutto per ospitare la residenza estiva dei Papi. La visita a Castel Gandolfo merita, innanzitutto, per poter respirare, specie d’estate, aria fresca e godere di una vista suggestiva sul Lago di Albano (noto anche con il nome di Lago di Castel Gandolfo). Oltre al Palazzo Pontificio Castel Gandolfo ospita diversi edifici civili di alto valore storico e architettonico (Villa Torlonia o la Collegiata Pontificia di San Tommaso di Villanova), ma anche siti di valore archeologico come la Necropoli del Pascolare e i resti della Villa di Domiziano.

3-Gaeta

Gaeta

Uno dei borghi vicino Roma più belli e caratteristici: parliamo di Gaeta. La località è nota per le sue spiagge e il suo promontorio con vista mozzafiato sul mare. La visita a Gaeta merita non solo per prendere il sole, visitare un borgo medievale davvero intrigante e suggestivo, ma anche e soprattutto per gustare alcuni dei piatti tipici locali, specialmente quelli di mare, che regalano emozioni difficili da raccontare e che lasciano un segno indelebile nel palato e nel cuore.

4-Nemi

Nemi
Fonte: e-borghi.com

Tradizionalmente per i romani il nome di Nemi, sempre nei Castelli Roma, è associato alle fragole e all’omonima festa che annualmente qui si tiene nel mese di giugno. Un piccolo borgo caratterizzato da stradine e costruzioni diroccate, un belvedere semplicemente meraviglioso e suggestivo, ma anche un centro storico pieno di locali nei quali fermarsi a gustare alcuni dei prodotti tipici locali. Sicuramente l’accoglienza non è un difetto di Nemi dei nemorensi (o nemesi), tanto che il Touring Club ha assegnato a Nemi la Bandiera Arancione, in virtù della cura dei turisti e per l’accoglienza a loro dedicata.

5-Greccio

Greccio

Il nome di Greccio è associato al Natale e a San Francesco d’Assisi che qui, quando fondò uno dei santuari, la tradizione dice anche che ebbe l’intuizione della creazione del primo presepe della storia. Per questo qui, a partire da dicembre, ci sono tantissime esposizioni di presepi da ammirare e contemplare. La visita a Greccio vale anche durante tutto l’anno perché farlo significa immergersi i un borgo medievale ricco di luoghi civili, ma soprattutto religiosi, che meritano di essere visitati anche perché ancora perfettamente conservati.

6-Sperlonga

Sperlonga

Torniamo in una località di mare, una delle più belle e amate dai romani (e non solo) per la meraviglia delle sue spiagge. Sperlonga è innanzitutto una località di mare, ma che deve molto della sua bellezza e notorietà anche per il sito archeologico nel quale è possibile visitare i resti di alcune ville romane e il relativo museo, ma anche passeggiare nel centro storico nel quale visitare chiese e palazzi ricchi di opere d’arte davvero straordinarie.

7-Anzio

Anzio
Fonte: studio93.it

Dove vanno al mare i romani? Ostia, certamente, ma anche Anzio! Questo è uno dei quei borghi turistici più vicini a Roma che meritano assolutamente una visita. Anzio non è solo turismo balneare, ma anche una località nella quale trovare un abbondante e variegato patrimonio culturale, paesaggistico e storico. Tra i siti di interesse di Anzio ci sono il celebre cimitero inglese, le numerose chiese del centro storico, il porto e le spiagge dalle quali prendere il sole o noleggiare delle piccole imbarcazioni per rilassarsi nel silenzio assolato del mare.

8-Subiaco

Subiaco

Dal mare di Anzio alla cima dello sperone sul quale sorge il borgo di Subiaco. Questa località è nota per le sue vicissitudini storici ed è legata indissolubilmente al nome di San Benedetto, tanto che qui sorge uno dei monasteri a lui intitolato (dov’è possibile visitare la grotta del Sacro Speco) e quello a Santa Scolastica. Subiaco è poi caratterizzata da un meraviglioso centro storico e dal Parco Regionale dei Monti Simbruini, un luogo particolarmente suggestivo e che merita di essere visitato.

9-Calcata

Calcata

A circa un’ora da Roma troviamo il borgo di Calcata, noto per essere immerso nel verde e per questo apparire molto suggestivo e fonte di ispirazione. Il borgo di Calcata è costruito sulla cima di una montagna di tufo che offre una vista privilegiata sulla Valle del fiume Treja. A Calcata oltre all’indubbia pace e quiete è possibile trovare numerose gallerie ed esposizioni d’arte, ma anche percorsi naturalistici e siti religiosi di grande interesse e valore. La bellezza qui è davvero di casa.

Scritto da Daniele Di Geronimo

Sono nato nel maggio del 1986 in provincia di Roma. Laureato in Lettere, amante della lettura, della scrittura e di tutto ciò che la lettura e la scrittura possono significare nel mondo del web. Sono attivo sui maggiori social network.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *