in

Libri ambientati a Roma: i migliori da leggere

Libri ambientati a Roma

Le pagine dei libri sono come le strade, i vicoli e le porte che permettono di conoscere una città e la sua identità. Non solo dal punto di vista urbanistico e prettamente descrittivo, ma anche e soprattutto culturale. Sono veramente tanti i libri ambientati a Roma che nel corso dei secoli e dei millenni hanno trovato nella città eterna l’habitat naturale per ambientare le proprie storie.

Perché leggere i libri ambientati a Roma

Qualunque sia il genere letterario (non solo romanzi storici, ma anche fantasy, gialli, storie d’amore, eccetera), i libri ambientati a Roma permettono di capire e conoscere la città e i romani a volte meglio di quanto potrebbe fare una visita nella capitale. Questo perché i libri hanno una capacità comunicativa enorme e perché attraverso le vicissitudini dei protagonisti permettono di intuire e comprendere ciò che non può essere spiegato. I libri non raccontano solo storie, ma restituiscono anche uno spaccato sulla società dell’epoca nella quale sono ambientati e permettono di apprezzare l’occhio del narratore che privilegia questo o quell’aspetto.

I libri poi permettono di dare quello slancio per scoprire e riscoprire luoghi particolari della città di Roma. non solo i grandi siti d’interesse storico e monumentale, ma anche quei locali e quei vicoli che rendono Roma quel posto unico e meraviglioso che tutto il mondo le riconosce. Quell’identità che da secoli rende Roma così attraente da essere il palcoscenico ideale per tantissimi libri.

11 libri ambientati a Roma

Questa è solo una selezione di alcuni dei principali libri ambientati a Roma. Non necessariamente i più belli dal punto di vista stilistico o quelli che hanno venduto di più. Abbiamo cercato di fare una selezione trasversale che raccogliesse diversi generi e periodi storici. Un modo per conoscere Roma nel corso dei secoli e apprezzarne la sua identità più intima e caratteristica.

Che la festa cominci – Niccolò Ammaniti

Uno dei libri ambientati a Roma più recenti è sicuramente Che la festa cominci di Niccolò Ammaniti. La storia si svolge nel cuore della città eterna, nei suoi palazzi più in dove si celebrano feste, eventi e party alla moda. Il libro, del 2009, racconta vizi e peccati della cosiddetta Roma bene attraverso le vicende dei protagonisti che ben rappresentano l’epoca attuale.

Assassinio a Villa Borghese – Walter Veltroni

L’ex sindaco di Roma – quindi un occhio particolare, diverso e privilegiato sulla città – Walter Veltroni racconta di un omicidio avvenuto all’interno della celebre Villa Borghese. Il suo Assassinio a Villa Borghese non è solo un giallo oscuro che racconta le indagini dell’ispettore Giovanni Buonvino, ma anche il modo per raccontare i lati oscuri e meno noti della quotidianità romana.

La profezia dell’Armadillo – Zerocalcare

Zerocalcare, pseudonimo di Michele Rech, è uno degli artisti più noti della nostra epoca. Noto prevalentemente per le sue produzioni fumettistiche, nel suo La profezia dell’armadillo regala un romanzo grafico nel quale emerge la romanità dell’autore e delle sue opere. Un genere e un libro diverso dal solito, ma proprio per questo forse ancora più verace e intrigante.

Suburra – Giancarlo De Cataldo e Carlo Bonini

Dici Suburra e viene in mente la celebre serie tv. In realtà c’è anche il libro da leggere, scritto a quattro mani da Giancarlo De Catalgo e Carlo Bonini. Suburra è il racconto delle periferie di Roma, non solo quelle geografiche, ma anche quelle “esistenziali” (per dirla con Papa Francesco). È il racconto di tutta quella vitalità criminale e bandita che coinvolge enormi interessi e che attrae moltissimi giovani romani. Un libro che ha fatto storia e che permette di capire molto delle emergenze che animano la città di Roma.

Quer pasticciaccio brutto de Via Merulana – Carlo Emilio Gadda

Abbandoniamo per un attimo la modernità e torniamo a mezzo secolo fa, precisamente al 1957 quando Carlo Emilio Gadda scrisse Quer pasticciaccio brutto de Via Merulana. In realtà il libro è ambientato nella Roma del 1927, nei primi anni del periodo fascista. Un testo che va oltre le indagini poliziesche sui furti e gli omicidi e che racconta una pagina della storia non solo di Roma che merita sempre di essere riportata alla memoria.

Angeli e Demoni – Dan Brown

La prima edizione italiana è del 2004 e Angeli e Demoni è un romanzo che ha segnato quegli anni, tanto da essere oggetto poi del film con Tom Hanks. Il romanzo vede il protagonista Robert Langdon essere coinvolto in una serie di ricerche sulle tracce di messaggi esoterici e criptati che lo porteranno a percorrere in lungo e in largo la città di Roma e in modo particolare i siti più belli e prestigiosi della Città del Vaticano.

Il piacere – Gabriele D’Annunzio

L’abruzzese doc Gabriele D’Annunzio ambienta uno dei suoi più celebri romanzi, Il piacere, tra Roma e Francavilla al Mare. Il romanzo è celebre anche per aver introdotto in Italia l’estetismo e il decadentismo. Le vicissitudini del protagonista, Andrea Sperelli, si svolgono sullo sfondo della prima Roma post unitaria e raccontano dei salotti della Roma di fine Ottocento.

Ragazzi di vita – Pier Paolo Pasolini

Tra i più noti romanzi di Pier Paolo Pasolini troviamo Ragazzi di vita, il testo nel quale il celebre autore racconta la Roma delle borgate. Una serie di pagine dure, schiette e nette della vita quotidiana degli adolescenti dell’epoca. Una vita povera non solo dal punto di vista economico, ma anche sociale ed educativo, che restituisce una pagina spesso dimenticata, ma sempre attuale che, seppur tra tante differenze, permette di comprendere tanti degli attuali problemi.

Roma – Émile Zolà

Il titolo del romanzo del celebre scrittore è inequivocabile: Roma. Il libro, che fa parte di una trilogia che prevede vede anche i testi dedicati a Lourdes e Parigi, narra le vicende di un abate che giunge nella città eterna per difendere un suo scritto davanti al Tribunale del Sant’Uffizio per evitare che venga messo nell’Indice dei libri proibiti. Dalle pagine del libro emergono forti le grandi discrepanze sociali che animano la città.

Il fu Mattia Pascal – Luigi Pirandello

Anche Il fu Mattia Pascal di Luigi Pirandello è ambientato in parte a Roma. Qui infatti decide di stabilirsi il protagonista, Adriano Meis, che vaga in diversi posti per cercare di farsi una nuova vita. un romanzo fondamentale che permette anche di conoscere anche angoli della città eterna.

Mangia Prega Ama – Elizabeth Gilbert

Anche di questo romanzo è stato tratto l’omonimo film con Julia Roberts; Mangia Prega Ama è la storia della ricerca della felicità della protagonista, l’autrice del libro. Elizabeth Gilbert inizia un giro per il mondo che la porterà anche a Roma. Dalle pagine del libro emergono alcuni dei luoghi simbolo della città, da piazza di Spagna a Campo de Fiori, passando per Villa Borghese e i borghi storici di Roma.

5 romanzi ambientati nell’antica Roma

Ci sono poi tutta una serie di libri ambientati nell’antica Roma che celebrano le gesta del periodo repubblicano o imperiale e le varie vicissitudini che hanno caratterizzato quel periodo storico. Anche in questo caso abbiamo raccolto una selezione dei migliori libri da leggere.

Quo vadis? – Henryk Sienkiewicz

Il libro Quo vadis? Dell’autore polacco Henryk Sienkiewicz narra le vicende di due innamorati durante la Roma governata da Nerone. Un amore impossibile in quanto lui, Marco Vinicio, è un patrizio romano e lei, Ligia, è una ragazza cristiana. Le differenze sociali e ideologiche tra i due permettono di cogliere le dinamiche della cristianizzazione di Roma sotto l’imperatore Nerone e conoscere alcuni aspetti curiosi della vita degli antichi romani.

Imperium  – Robert Harris

Imperium di Robert Harris è la storia di Marco Tullio Cicerone. Il libro, che fa parte di una trilogia, è scritto come una biografia redatta dal segretario di Cicerone. In questo modo si ha la possibilità di conoscere meglio le gesta e le vicissitudini di uno dei principali protagonisti della storia antica di Roma.

Il ribelle – Emma Pomilio

Il mito della fondazione di Roma ha nei secoli attratto molte penne, non ultima quella di Emma Pomillo che con il suo Il ribelle narra le vicende che portarono alla fondazione di Roma. Non solo Romolo e Remo, ma anche molti dei personaggi e delle popolazioni che abitavano la zona prima dell’arrivo di colui che, come racconta la leggenda, fu il protagonista della fondazione di una delle città più prestigiose del mondo.

L’ultima legione – Valerio Massimo Manfredi

Il nome di Valerio Massimo Manfredi è legato a tantissimi libri di successo che rievocano molte delle più celebri vicende storiche. Nel suo L’ultima legione (dal quale è stato in parte tratto un film) Valerio Massimo Manfredi racconta di quanto l’impero d’occidente è sotto attacco da parte di Odoacre. A

La città di Dio – Louis de Wohl

Tra i romanzi storici di Louis de Wohl, La città di Dio è quello che racconta le vicende di San Benedetto. Molte delle vicende narrate sono ambientate proprio a Roma, una città in eccitazione per l’arrivo di Teodorico e che da tempo è abbandonata a sé stessa e in preda ai barbari. Un ambiente nel quale Benedetto troverà la forza per lasciare quel segno indelebile che lo ha reso celebre anche nella storia futura.

Scritto da Daniele Di Geronimo

Sono nato nel maggio del 1986 in provincia di Roma. Laureato in Lettere, amante della lettura, della scrittura e di tutto ciò che la lettura e la scrittura possono significare nel mondo del web. Sono attivo sui maggiori social network.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *