in

Roma politica: i luoghi del potere

Roma politica

L’unicità e la particolarità di Roma è data anche dalla sua dimensione politica quotidiana. La città, anche in quanto capitale d’Italia, oggi ospita i ministeri, le sedi istituzionali del governo, del Presidente della Repubblica e dei principali enti della politica italiana (e non solo). Questa vitalità politica si identifica anche nei nomi e nei luoghi della città, tanto che spesso capita di sentir parla di Quirinale, Palazzo Chigi, Viminale, eccetera, come sinonimo delle istituzioni che questi edifici ospitano.

Edifici che hanno una storia e una bellezza secolare e che hanno conosciuto diverse vicissitudini. Una storia che merita di essere conosciuta per apprezzare e comprendere anche questa identità politica della città di Roma. Una città che oltre alle sedi istituzionali ospita anche le sedi dei principali partiti politici (che hanno avuto una rilevanza storica non indifferente) e, anche, del potere religioso. Una città unica anche sotto questo punto di vista che deve la sua straordinaria ricchezza storica e culturale anche a questo insieme eterogeneo di istituzioni e realtà politiche.

I palazzi istituzionali della politica di Roma

Partiamo dalle sedi istituzionali, dai palazzi storici di Roma che ospitano le principali realtà della politica nazionale.

Il Palazzo del Quirinale

Il Palazzo del Quirinale
Il Palazzo del Quirinale

Iniziamo dall’alto, dalla massima carica istituzionale nazionale, ovvero il Presidente della Repubblica, che risiede nel Palazzo del Quirinale. Palazzo che sorge sull’omonimo colle della città, a pochi passi da Fontana di Trevi e che in passato è stato sede dei Savoia e ancora prima dei papi che utilizzavano questa sede come residenza estiva.

Il Campidoglio

Piazza del Campidoglio
Piazza del Campidoglio

La celebre piazza michelangiolesca del Campidoglio (commissionata da Papa Paolo III e che è raffigurata anche sul retro delle monete italiane da 50 centesimi di euro) ospita la sede istituzionale del municipio di Roma. Qui il sindaco con la giunta tiene le riunioni per la vita politica e amministrativa della città. È un luogo che già nell’antichità era centrale per la vita cittadina, essendo stato prima il centro politico e religioso per gli antichi romani e poi, a partire dal medioevo, il luogo dell’autonomia politica dei romani rispetto al potere temporale dei papi.

Palazzo Chigi

Palazzo Chigi
Fonte: governo.it

A Palazzo Chigi si trova la Presidenza del Consiglio dei Ministri. È un palazzo che a partire dal 1578 ha ospitato diverse realtà nazionali e internazionali: l’ambasciata spagnola, quella austriaca, il ministero degli esteri e, dal 1961, la Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Piazza Montecitorio

Piazza Montecitorio
Fonte: canaledieci.it

Un altro dei luoghi simbolo della vita politica di Roma è Piazza Montecitorio con l’omonimo palazzo. Commissionato da Papa Innocenzo X qui trova oggi sede la Camera dei Deputati. Prima di questo cambio di destinazione (avvenuto nel 1870) Palazzo Montecitorio ospitava il governo pontificio.

Palazzo Madama

Palazzo Madama
Fonte: arte.it

Palazzo Madama è una realtà “polivalente”, essendo la sede degli uffici della Presidenza e del Segretariato generale, nonché di alcuni gruppi parlamentari. Il nome di questo palazzo è legato al soprannome, la “madama” appunto, dato a Margherita d’Austria, vedova del duca Alessandro de Medici (la cui famiglia aveva costruito il palazzo e utilizzato come residenza estiva) e che lo aveva ottenuto in uso da Papa Clemente VII.

Palazzo di Giustizia

Palazzo di Giustizia
Fonte: traduzione.it

Noto anche con il nome di Palazzaccio (sia per la sua destinazione che per la sua imponenza), il Palazzo di Giustizia è sede della Corte suprema di cassazione e dell’Ordine degli avvocati di Roma. La costruzione di questo palazzo iniziò nel 1888 e furono spese ingenti quantità di denaro per portarlo a compimento, tanto che nel 1912 una commissione parlamentare d’inchiesta condanno molti esponenti politici e funzionari coinvolti nelle spese di costruzione dell’edificio.

Palazzo del Viminale

Palazzo del Viminale
Fonte: imprendoitalia.it

Quando nel 1961 la Presidenza del Consiglio dei Ministri si trasferì a Palazzo Chigi il Palazzo del Viminale (che sorge sull’omonimo colle di Roma) è diventato sede esclusiva del Ministero dell’Interno. La costruzione del palazzo risale al 1911 per volontà di Giovanni Giolitti che ne commissionò la costruzione appositamente per ospitare le istituzioni italiane.

Palazzo Spada

Palazzo Spada
Fonte: prolocoroma.it

A Palazzo Spada ha sede il Consiglio di Stato e la Galleria Spada. Costruito nel 1540 oggi questo palazzo deve la sua principale notorietà più per la falsa prospettiva dell’accesso al cortile realizzata da Borromini che per il fine istituzionale di questo edificio.

Palazzo Valentini

Palazzo Valentini
Fonte: zonzofox.com

L’ultimo dei palazzi istituzionali della politica di Roma è Palazzo Valentini, che ospita la Provincia di Roma e la Prefettura. Parliamo di un edificio di fine Cinquecento che in recenti lavori di ristrutturazione ha portato alla luce resti archeologici di straordinaria importanza, come quelli delle Domus Romane, che è possibile apprezzare grazie a diverse ricostruzioni virtuali ed effetti grafici.

La politica religiosa

Vicariato di Roma
Fonte: diocesidiroma.it

Sono fondamentalmente due i centri nevralgici del potere religioso (cattolico) presenti a Roma: la Città del Vaticano e il Vicariato di Roma. Il primo è a Roma ma tecnicamente dall’inizio del Novecento (precisamente dal 1929 con la firma dei Patti Lateranensi l’11 febbraio di quell’anno) è uno stato a parte e indipendente. Ed è il più piccolo stato sovrano di tutto il mondo. L’altro centro, propriamente romano, è il Palazzo Pontificio del Laterano, annesso alla Basilica di San Giovanni (sede del Vescovo di Roma, il Papa). Nel Palazzo del Laterano si trovano gli uffici del vicariato (tra cui quello per i matrimoni), l’appartamento del cardinal vicario e il museo dello stato pontificio. Nonostante sia pienamente parte del territorio della città di Roma sul palazzo vi è l’extraterritorialità e la giurisdizione è della Santa Sede.

Scritto da Daniele Di Geronimo

Sono nato nel maggio del 1986 in provincia di Roma. Laureato in Lettere, amante della lettura, della scrittura e di tutto ciò che la lettura e la scrittura possono significare nel mondo del web. Sono attivo sui maggiori social network.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *